Chiudi

Questo sito utilizza solo cookie tecnici per garantire una migliore navigazione.
Leggi qui per maggiori dettagli.

5xmilleLa normativa del 5x1000 dà la possibilità al contribuente di destinare una quota pari al 5 per mille dell'imposta sul reddito delle persone fisiche a enti no-profit che rientrino nelle seguenti categorie:

  • Associazioni di volontariato, Onlus, .....
  • Ricerca scientifica universitaria;
  • Attività sociali nel Comune di residenza







Per ulteriori informazioni potete visitare il sito dell'Agenzia delle Entrate.

Per destinare il cinque per mille basta segnalarlo al commercialista o al CAF al momento della compilazione della dichiarazione dei redditi e :
  • firmare nel primo riquadro a sinistra, indicato come «SOSTEGNO DEL VOLONTARIATO, DELLE ORGANIZZAZIONI NON LUCRATIVE DI UTILITÀ SOCIALE…»
  • indicare in quel riquadro il CODICE FISCALE dell’associazione scelta, che nel nostro caso vale 97218960157
Anche i titolari di un solo reddito da lavoro dipendente o di una pensione che non devono presentare la dichiarazione dei redditi possono consegnare la scheda (compilata come si è detto sopra e completa di dati anagrafici e codice fiscale) in busta chiusa a un ufficio postale, a uno sportello bancario, che le ricevono gratuitamente, o a un intermediario abilitato alla trasmissione telematica (CAF, commercialisti ecc.). Le schede sono rilasciate gratuitamente dal "sostituto d'imposta" (il datore di lavoro o l'ente erogatore della pensione).
Il “CINQUE PER MILLE” non sostituisce in alcun modo l’otto per mille e non comporta alcun aggravio impositivo al contribuente.

Se non si indica nulla nei riquadri dedicati alla destinazione del 5‰ l'importo va allo Stato che utilizzerà i fondi per altre finalità. Le scelte di destinazione dell’8 per mille e del 5 per mille dell’IRPEF non sono in alcun modo alternative fra loro.  Pertanto possono essere espresse entrambe.
Si ringrazia anticipatamente da parte dell’associazione.