Chiudi

Questo sito utilizza solo cookie tecnici per garantire una migliore navigazione.
Leggi qui per maggiori dettagli.

Apparecchio del Righi per la composizione dei moti pendolari
L’apparecchio consta di due pendoli uno dei quali è formato da un anello di piombo sospeso all’asticella HI per mezzo di due lunghe molle da orologio P e Q. Nel mezzo dell’anello è sospeso un imbuto a punta fine e pieno di sabbia. Le molle di acciaio passano attraverso due opportuni morsetti R ed S fissati sopra un corsoio che può scorrere sul regolo N e può essere fissato a qualsiasi altezza, in tal modo si può variare a piacimento la lunghezza del pendolo. Il regolo N è unito al telaio K in modo da potersi orientare in qualunque azimut. Il telaio K, a sua volta, può scorrere sopra due guide metalliche Z poste sulla parte superiore dell’apparecchio.
Il secondo pendolo è costituito da una tavoletta orizzontale F sostenuta da quattro asticciole rigide di ottone che si riuniscono a due a due superiormente e terminano in M e N con due corte ed esili molle.
Quando si vuole comporre due movimenti pendolari paralleli si fa in modo che l’oscillazione del primo pendolo avvenga parallelamente a quella della tavoletta e, mentre la sabbia esce dall’imbuto, si fa scorrere con moto uniforme il carrello sulle guide: la sabbia disegna allora sulla tavoletta la curva risultante dalla composizione dei due movimenti pendolari. Mediante i due morsetti R ed S si può facilmente modificare il periodo del primo pendolo e quindi ottenere la curva risultante in condizione di oscillazioni differenti.
Quando invece si voglia la composizione di due movimenti pendolari ad angolo retto si fa in modo che il piano di oscillazione del pendolo con l’anello sia perpendicolare al piano di oscillazione dell’altro pendolo e si lascia il carrello sulle guide in posizione fissa.