Chiudi

Questo sito utilizza solo cookie tecnici per garantire una migliore navigazione.
Leggi qui per maggiori dettagli.

Emisferi di Magdeburgo
Lo strumento prende il nome dalla città nella quale furono adoperati per la prima volta da Ottone von Guerike nell’anno 1654.

Esso è costituito da due emisferi metallici cavi con gli orli ben combacianti a tenuta d’aria. Uno di essi è munito di un anello, l’altro di un rubinetto che consente di collegarlo ad una macchina pneumatica.

Fatti aderire gli orli ed estratta l’aria dall’interno, occorre una notevole forza per staccarli, il quanto occorre vincere la pressione atmosferica esterna non più equilibrata da quella interna.