Chiudi

Questo sito utilizza solo cookie tecnici per garantire una migliore navigazione.
Leggi qui per maggiori dettagli.

Manometro differenziale ad aria libera di kretz
Il manometro differenziale ad aria libera si usa quando si vogliono misurare con grande precisione piccoli mutamenti di pressione. Esso è costituito da due recipienti A e B di sezione molto grande, uniti tra loro da un sottile tubo T T’ a forma di U. Nel recipiente A si versa una soluzione acquosa di alcool colorato, il B essenza di trementina (che non è miscibile con l’alcool) e si fa in modo che, messo in comunicazione il recipiente A con il serbatoio contenente il gas in esame, la superficie di separazione dei due liquidi sia in un punto M del tubo ad U. Supponiamo che per un piccolo aumento x di pressione in A la superficie di separazione si innalzi da M a m. I livelli in A e B non subiscono una sensibile variazione e quindi si può dire che per effetto dell’aumento di pressione la colonna M m di essenza di trementina è stata sostituita da una uguale colonna di alcool. Detto p il peso specifico della soluzione alcolica e p’ quello dell’essenza, la pressione esercitata sul punto M della colonna primitiva era lp’, quella esercitata dalla nuova è lp e quindi la variazione di pressione in M, che misura la variazione di pressione del gas in A, è:



La sensibilità del manometro risulta quindi proporzionale alla differenza di peso specifico dei due liquidi. Tuttavia essa non può essere aumentata al di la di un certo limite oltre il quale il movimento del liquido nel tubo T T’ avviene a sbalzi. Perciò questo manometro non può servire per misurare variazioni di pressione inferiori a 0,02 mm. Entro tale limite esso può essere adoperato non solo come manometro differenziale, ma anche come micromanometro per la misura di piccolissime pressioni nei gas.