Chiudi

Questo sito utilizza solo cookie tecnici per garantire una migliore navigazione.
Leggi qui per maggiori dettagli.

manometro_di_desgoffe_per_altissime_pressioni
Questo strumento può considerarsi un manometro ad aria libera su cui la pressione in esame agisce dopo essere stata considerevolmente ridotta. Esso consiste di un largo cilindro di ferro V il cui fondo è occupato da mercurio che comunica con una canna graduata di vetro AB. Il mercurio nel cilindro V è ricoperto da uno strato di acqua su cui è distesa una membrana di gomma fissata all’orlo del cilindro medesimo. Sulla membrana appoggia uno stantuffo metallico D e sul centro di esso un piccolo cilindro di acciaio T che può muoversi a tenuta nel cilindro C, il quale a sua volta si trova in diretta comunicazione col recipiente che contiene il fluido di cui si vuole misurare la pressione. Per effetto di quest’ ultima, lo stantuffo D tenderebbe ad abbassarsi deformando la membrana elastica, ma tale deformazione viene equilibrata aggiungendo mercurio nella canna AB. Se H è la pressione da misurare ed s è la sezione del cilindro T, questo preme sulla parete superiore dello stantuffo con la forza



La quale distribuendosi uniformemente su tutto lo stantuffo di sezione S agirà come una pressione uguale a:



Per cm quadrato. Perciò se h è la pressione per cm quadrato esercitata dal mercurio della canna AB sullo stantuffo D, per l’equilibrio di quest’ultimo si deve avere:



L’inconveniente di questo manometro consiste nell’attrito della parte mobile.