Chiudi

Questo sito utilizza solo cookie tecnici per garantire una migliore navigazione.
Leggi qui per maggiori dettagli.

Microscopio composto
Serve per ottenere immagini ingrandite di oggetti piccolissimi, invisibili ad occhio nudo.
Consta di due lenti convergenti di cui una (L) a cortissimo fuoco (dell’ordine dei millimetri) detta obiettivo dà un’immagine A’B’ reale, capovolta, ingrandita dell’oggetto AB collocato al di la del suo fuoco ma vicinissimo ad esso; mentre l’altra L1 con un fuoco dell’ordine del centimetro, detta oculare, funziona da lente di ingrandimento e dà, dell’immagine A’B’, una immagine A”B” virtuale, diritta ed ingrandita. L’immagine A”B” risulta quindi capovolta rispetto all’oggetto AB.
L’ingrandimento del microscopio composto è il prodotto dell’ingrandimento dell’obiettivo per quello dell’oculare.