Chiudi

Questo sito utilizza solo cookie tecnici per garantire una migliore navigazione.
Leggi qui per maggiori dettagli.

Oscillatore di Hertz
Fu realizzato dal fisico tedesco Enrico Hertz, insegnante di fisica presso l’università di Karlsruhe, nel 1887. Questo oscillatore è in grado di produrre oscillazioni a frequenza elevatissima a causa della sua piccola capacità ed autoinduzione.
Esso è costituito da due sfere A e B e da due conduttori che terminano con due sferette a e b. In questo sistema la capacità è piccola perché A e B sono molto distanti, del pari è piccola l’induttanza del complesso; la resistenza infine è costituita essenzialmente dal tratto d’aria attraversato dalla scintilla. I due conduttori metallici sono collegati allo spinterometro di un rocchetto di Ruhmkorff.
In tal modo il condensatore AB si carica e, quando tra le sferette a e b si stabilisce una sufficiente differenza di potenziale, scocca la scintilla e si genera la scarica oscillante.