Chiudi

Questo sito utilizza solo cookie tecnici per garantire una migliore navigazione.
Leggi qui per maggiori dettagli.

Reostato a cursore
E’ costituito da un filo di nichel-cromo (costantana, manganina ecc) avvolto su un cilindro di materiale isolante ed incombustibile(marmo, ardesia, porcellana ecc). Un contatto mobile B, detto cursore, si può spostare avanti e indietro lungo il cilindro.
Inserendo il reostato in un circuito in modo che la corrente entri per un estremo del filo della resistenza ed esca per il contatto mobile, essa è costretta a percorrere un tratto più o meno lungo del conduttore secondo la posizione del cursore. E’ chiaro che la resistenza incontrata dalla corrente dipende dalla lunghezza del tratto di filo percorso.
La targa del reostato riporta la sua resistenza massima e l’intensità della corrente che può sopportare.