Chiudi

Questo sito utilizza solo cookie tecnici per garantire una migliore navigazione.
Leggi qui per maggiori dettagli.

Raddrizzatore a vapori di mercurio
Fu inventato dal fisico americano Cooper Hewitt nel 1904. Questo raddrizzatore prende anche il nome di mutatore.
Tra un elettrodo di ferro ed uno di mercurio contenuti in un’ampolla vuota d’aria, la corrente alternata passa solo durante il semiperiodo in cui il mercurio funziona da catodo ed il ferro da anodo. Questo perché gli elettroni emessi dal catodo provocano la ionizzazione del vapore di mercurio che si sviluppa nell’ampolla: elettroni e ioni negativi sono attratti dall’anodo di ferro dando luogo ad una corrente unidirezionale.
Strumenti come questo, ma di grande potenza, sono largamente usati nella trazione ferroviaria.