Chiudi

Questo sito utilizza solo cookie tecnici per garantire una migliore navigazione.
Leggi qui per maggiori dettagli.

Elettrometro assoluto di Thomson
Il funzionamento di questo strumento si basa sulla relazione:

     

Dove f è la forza che si esercita tra i piatti del condensatore, d è la distanza tra le armature ed S è la superficie delle armature. E’ pertanto possibile una valutazione indiretta di V misurando la forza di attrazione f ed alcune grandezze geometriche come S e d. Quindi con questo strumento è resa possibile la misura di tensioni per via elettrostatica, cioè senza assorbimento di corrente.
L’apparecchio consiste essenzialmente in una bilancia di cui uno dei piatti costituisce l’armatura di un condensatore. Questo piatto è circondato da un anello, detto di guardia, che è elettricamente connesso al piatto stesso. L’altra armatura del condensatore ha una superficie tale da affacciarsi completamente sia al piatto sia all’anello di guardia. Lo scopo di questa disposizione è di meglio assicurare l’uniformità del campo elettrico nello spazio cilindrico compreso fra il piatto minore ed una uguale superficie dell’altro, poiché le linee di forza prossime agli orli, a cui è dovuta la deviazione dall’uniformità, vanno a chiudersi fra l’anello ed il piatto inferiore e non interessano quindi lo spazio cui si riferisce la misura.