Chiudi

Questo sito utilizza solo cookie tecnici per garantire una migliore navigazione.
Leggi qui per maggiori dettagli.

Trasformatore
I primi trasformatori si debbono a Gaulard e Gibbs nel 1880.
Un trasformatore elettrico è costituito da tre circuiti:

Il primario P nel quale è inserito l’alternatore che genera la corrente da trasformare
Il secondario S che costituisce il circuito di utilizzazione
Il circuito magnetico M formato da un nucleo di ferro dolce laminato (per evitare le correnti di Foucault).

Indicando con E1 ed N1 e con E2 ed N2 rispettivamente le tensioni ed il numero delle spire del primario e del secondario, si ha:



dove N1/N2 dicesi rapporto di trasformazione. E’ da osservare che un trasformatore di tensione trasforma contemporaneamente anche l’intensità della corrente. Questa è una immediata conseguenza del principio di conservazione dell’energia.
Dette quindi I1 ed I2 rispettivamente le correnti del primario e del secondario, si ha: