Chiudi

Questo sito utilizza solo cookie tecnici per garantire una migliore navigazione.
Leggi qui per maggiori dettagli.

F09-S215-Psicrometro di Assmann
Lo strumento si compone di due termometri di uguale sensibilità e prontezza (A e B) Posti l’uno accanto all’altro e circondati da schermi metallici affinché siano protetti dagli effetti delle radiazioni. Sono inoltre separati dalle altre parti dell’apparecchio per mezzo di isolanti. Uno di essi (B) ha il bulbo avvolto in una garza che viene imbevuta di acqua distillata, mentre l’altro (A) ha il bulbo asciutto e indica la temperatura ambiente. Una ventola C azionata da un dispositivo a molla D favorisce l’evaporazione dell’acqua distillata.
Se l’aria non è satura di vapore acqueo l’acqua della garza evapora e l’evaporazione è tanto più rapida ed intensa quanto più l’aria è secca. Il calore necessario per la vaporizzazione determina un abbassamento della temperatura del termometro bagnato fino ad una temperatura minima di equilibrio che resta poi costante. Indicata con tb tale temperatura e con ta la temperatura dell’ambiente fornita dal termometro asciutto, la differenza ta - tb, detta differenza psicrometrica, è tanto maggiore quanto minore è l’umidità dell’aria ed è nulla se l’ambiente è saturo.
Nota la differenza psicrometrica è possibile determinare la tensione p del vapore acqueo presente mediante la relazione:

(1)    

dove H è la pressione atmosferica, ps è la tensione massima del vapore saturo alla temperatura ambiente (fornita dalle tabelle) e k è una costante caratteristica dello strumento. Tramite la (1) si calcola p e si ottiene l’umidità relativa mediante la relazione:

     

Gli psicrometri generalmente sono corredati di diagrammi che permettono di risalire direttamente al valore di ur attraverso la differenza psicrometrica. Questi diagrammi sono tracciati per un determinato valore di H; se la pressione atmosferica è diversa da quella di taratura occorre effettuare una correzione che è generalmente indicata nel grafico annesso allo psicrometro.