Chiudi

Questo sito utilizza solo cookie tecnici per garantire una migliore navigazione.
Leggi qui per maggiori dettagli.

SferometroLo strumento è costituito da un treppiede formato da tre punte di acciaio poste ai vertici di un triangolo equilatero nel centro del quale si trova una vite micrometrica rigorosamente perpendicolare al piano del triangolo. Alla testa della vite è solidale un disco coassiale graduato. Su un lato del treppiede, disposto parallelamente alla vite, si trova un regolo graduato diviso in millimetri, cosicché ad ogni rotazione completa della vite, il disco si innalza o si abbassa di una divisione del regolo. Quindi usando come indice il bordo del disco che si sposta lungo il regolo è possibile contare il numero di giri compiuti dalla vite e quindi determinare i millimetri di avanzamento. Le frazioni di giro si valutano invece col disco che è suddiviso in 100 parti. L’indice per la lettura sul disco è questa volta costituito dallo spigolo del regolo davanti al quale passano le divisioni del disco. Se dunque, per una rotazione completa, la vite si sposta di 1 mm, per una rotazione corrispondente ad una divisione del disco la vite si sposta di 0,01 mm. con lo sferometro si possono effettuare le seguenti misure: Misure di spessore: si appoggia lo sferometro su un piano di prova, si porta la punta della vite a contatto con la superficie stessa e si azzera lo strumento. Si solleva poi la vite e si pone tra essa ed il piano l’oggetto di cui si deve determinare lo spessore. Si riabbassa la vite finche arriva a contatto con l’oggetto e si legge lo spessore: i millimetri sul regolo ed i centesimi sul bordo del disco. Raggi di curvatura: si azzera lo strumento come al punto precedente, si solleva la vite e si appoggiano tutte e tre le punte sulla superficie sferica di cui si vuole determinare il raggio. Si riabbassa la vite fino a che arriva a contatto con la superficie sferica e si legge la misura h. Il raggio di curvatura R della sfera è dato dall’espressione:


dove d è la distanza fra due punte dello strumento ed è una grandezza generalmente fornita dal costruttore dello strumento. La sensibilità tipica di questo strumento è tipicamente di 0,01 mm.