Chiudi

Questo sito utilizza solo cookie tecnici per garantire una migliore navigazione.
Leggi qui per maggiori dettagli.

Apparato per la rifrazione
Il fascetto di raggi paralleli emesso da un proiettore colpisce lo specchio S e viene riflesso sulla fenditura B di un’asta girevole intorno al centro O di una corona circolare graduata. Un’altra asta OC, pure girevole intorno ad O, porta in C un rettangolino di vetro smerigliato che verrà spostato in modo da raccogliere su di esso il raggio luminoso proveniente da B. Nella parte centrale del dispositivo vi è una vaschetta di vetro a pareti molto sottili ed avente forma di semicilindro che può essere riempita con un liquido trasparente.
Si possono così misurare le ampiezze in gradi degli angoli di incidenza e di rifrazione oppure determinare l’angolo limite.